storia del gioco sette e mezzo

Storia del gioco Sette e mezzo: carte napoletane

La storia del gioco Sette e mezzo è lunga ed interessante.

In che modo si può definire una cultura?

Si potrebbe prendere una definizione da Treccani e dire che per cultura si  intende “l’insieme delle cognizioni intellettuali che una persona ha acquisito attraverso lo studio e l’esperienza” o la “consapevolezza di sé e del proprio mondo”.

Definizioni interessanti, ma per alcuni versi limitate.

Un altro elemento fondante della cultura sono i modi in cui gli abitanti di un determinato luogo trascorrono il loro tempo libero.

Quindi, tra questi modi, non va assolutamente dimenticato il gioco, che da sempre rispecchia abitudini e climi di una determinata epoca.

All’interno del panorama mondiale l’Italia, dunque, viene spesso vista in maniera piuttosto stereotipata sotto questo punto di vista.

Si tende infatti a considerarla un Paese completamente devoto al calcio, che in effetti è lo sport nazionale e la Serie A è famosa in tutto il mondo, ma non bisogna assolutamente trascurare la cultura del gioco delle carte.

Il Sette e mezzo in Italia

Ovviamente, tra i tanti giochi di carte che contraddistinguono lo Stivale, non poteva certo mancare il sette e mezzo.

Un gioco che, di solito, si fa in occasione delle feste natalizie, ma che in men che non si dica ha travalicato i suoi stessi confini regionali per estendersi a tutto il Paese e poi a tutto il mondo.

Se ci fate caso potete notare come ci si dedichi a questo particolare gioco sia durante una cena di Natale che anche a sette e mezzo live sui diversi portali dedicati al gioco d’azzardo.

Le carte hanno infatti una storia antichissima e, nonostante siano passati secoli e regni, sono ancora queste uno dei maggiori giochi che si possono trovare praticamente in ogni casa.

E non si tratta solo di retorica, bensì di fatti concreti.

Pensate infatti che, solo durante il Natale del 2020, si è registrato un autentico boom di vendite per le carte da briscola!

Dunque, visto che anche i migliori casinò sette e mezzo online sono una realtà che contribuisce all’ulteriore espansione di questo gioco, ma da dove nasce esattamente?

Scopriamolo assieme!

La storia del gioco del sette e mezzo parte da Napoli

storia del gioco sette e mezzo

Storia del gioco Sette e mezzo: simboli delle carte napoletane

“Portobello e illusioni, lotteria a trecento milioni. Mentre il popolo si gratta, a dama c’è chi fa la patta, a settemezzo c’ho la matta” cantava un ispiratissimo Rino Gaetano nella sua celeberrima “Nuntereggae più” (tratta dall’album omonimo del 1978), ma da dove ha origine questo particolare gioco di carte tutto italiano?

Al pari della pizza, del mandolino e della cabala napoletana, sia essa il sistema per interpretare i sogni che la società di difesa degli artisti partenopei, anche il gioco del sette e mezzo ha origine in Campania e, per la precisione, in quella splendida cornice di storia e cultura che è Napoli.

Prima che sette e mezzo e casinò si incontrassero, come detto sopra, la storia di queste carte si fa piuttosto nebulosa e le notizie certe sono davvero poche.

Quello che è sicuro, invece, è la sua nascita sulle tavole delle case partenopee in occasione delle feste natalizie dove, accanto alla tombola, è sempre possibile trovare un mazzo di carte napoletane o piacentine pronto all’uso!

Un gioco ancora in voga, e non solo sul tavolo

carte da gioco

Carte da gioco

Come già accennato poco fa, con il dualismo sette e mezzo e casino si è contribuito a portare tale gioco nelle migliori sale da gioco italiane ed internazionali.

Quindi è possibile trovare questo gioco sia da zia Nunzia sotto Natale che al tavolo da gioco di un elegante casinò di Las Vegas.

Ma se c’è un elemento che ha contribuito in maniera più che sostanziale alla sua espansione quello è di sicuro il gioco del sette e mezzo online.

Il 7 e mezzo online, infatti, si è inserito perfettamente tra poker, slot machine, blackjack, roulette e tra tutto quello che è considerabile come una scommessa online.

Gli altri giochi di carte italiani, i re delle feste e non solo

Il sette e mezzo live non è però il solo gioco che domina le tavole virtuali e le scommesse.

Al pari di un tavolo da osteria infatti, utilizziamo pure una sfumatura più “rurale e poetica”, i giochi con le carte più utilizzati in famiglia e sul web sono Burraco, Briscola, Scopa e Ramino.

Un “altro” sette e mezzo

Il sette e mezzo online non è però solo un gioco, con tale espressione si è indicata una rivolta di neanche otto giorni, per l’appunto sette e mezzo, avvenuta a Palermo tra il 16 ed il 22 settembre del 1866. Una pagina buia di storia nostrana che si concluse con la violenta repressione dei rivoltosi costituiti da ex garibaldini, contadini e renitenti alla leva (Foto da: iviaggidivale.it, latestatamagazine.it e it.wikipedia.org).

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi questo post, scegli il social che preferisci!

About the Author: Maria Paola Macioci