rossetto più antico della storia

Il rossetto di Jiroft, ovvero il rossetto più antico della storia. E’ stato ritrovato in Iran (lo potete vedere a sinistra nella foto)

Che l’uso dei cosmetici sia antichissimo è risaputo, ma trovarsi di fronte al più antico rossetto mai scoperto fino ad oggi, deve essere stata una grandissima emozione.

Il manufatto è stato rinvenuto nel corso di una campagna di scavi in Iran ad opera di un team di archeologi, mineralisti  e chimici delle Università di Padova e di Teheran.

Il professor Massimo Vidale ha diretto la squadra di studiosi italiani.

Vediamo di saperne di più sul rossetto di Jiroft.

Un team di studiosi italiani e iraniani trova il rossetto più antico del mondo, il rossetto di Jiroft

Risale a qualche giorno fa la scoperta nella provincia di Kerman, nella parte sudorientale dell’Iran, di un oggetto che ha tutta l’aria di essere il rossetto più antico del mondo, almeno fino ad ora.

Si tratta di una sorta di contenitore di forma cilindrica realizzato in clorito-scisto e lungo circa 7 centimetri, completamente cavo al’interno.

I residui organici e i minerali ancora presenti, hanno permesso di capire che esso conteneva un liquido composto da braunite, ematite e manganite, mescolati a cere e oli vegetali di varia estrazione e provenienza.

Presente anche una certa quantità di urea, a tutt’oggi ingrediente immancabile di tanti prodotti per il make-up.

Il colore del liquido?

In origine era rosso acceso.

Secondo i risultati del’esame al C14, il rossetto di Jiroft sarebbe stato realizzato in un periodo di tempo compreso tra il 1900 e il 1700 a.C.

Analisi più approfondite getteranno luce sulle basi della cosmetica e della cura di sé nell’Età del Bronzo.

Per saperne di più cliccate su questo link: https://www.ilgiornaledellarte.com/articoli/trovato-in-iran-il-pi-antico-rossetto-per-le-labbra/145025.html (Foto da: mediterraneoantico.it).

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi questo post, scegli il social che preferisci!

About the Author: Maria Paola Macioci