Trovo particolarmente divertente questo aneddoto riguardante Giuseppe II d’Asburgo, o meglio il rapporto che egli inviò al fratello Leopoldo, granduca di Toscana, circa le proprie impressioni sulla famiglia reale francese, che egli dipinse come un disastro senza appello.

Questi i fatti.

Prima di diventare Imperatore d’Austria, Giuseppe II compì un viaggio in Europa e si fermò per qualche tempo a Versailles, ospite della sorella Maria Antonietta e del marito Luigi XVI, dove ebbe occasione di conoscere per la prima volta non solo il cognato, ma anche tutti i suoi parenti.

Ecco, testualmente, cosa egli scrisse in seguito a Leopoldo:

“Monsieur è di una freddezza mortale; Madame è brutta e grossolana; Carlo, il conte d’Artois, è uno zerbinotto; sua moglie, che è l’unica ad avere figli, è completamente imbecille”.

Fa sorridere che ad essere dipinti in modo tanto negativo, fossero due futuri re, Luigi XVIII e Carlo X, e le loro auguste consorti (Foto da: culturaitalia.it)