Il "vero" Rodolfo Valentino e Gabriel Garko

Il “vero” Rodolfo Valentino e Gabriel Garko

In attesa di vedere la miniserie Rodolfo Valentino-La leggenda che Canale 5 trasmetterà in due parti il 16 e il 17 Aprile prossimi in prima serata, Gabriel Garko, interprete principale della fiction, ha rilasciato un’ intervista riportata dal settimanale Telepiù (n°15), in cui rivela alcuni particolari del backstage e, soprattutto, parla della responsabilità e dell’emozione di prestare volto ed anima ad un mito del Cinema di ogni tempo.

L’attore non ha nascosto le difficoltà legate ad un ruolo decisamente non facile, per il quale è stato costretto ad estenuanti ore di ballo per impararne i segreti:

E’ la prima volta che interpreto un personaggio realmente esistito” ha detto Garko, “lo desideravo da tempo. Certo, preparare il ruolo di una leggenda del Cinema non è stato facile. Lui ballava incredibilmente bene”.

Ed ha aggiunto:

“Per tre settimane prima delle riprese e durante tutta la lavorazione del film, ho preso lezioni di tango, foxtrot, charleston e valzer. E anche di canto, dal momento che in un paio di scene Valentino si esibisce anche come cantante”.

La miniserie diretta da Alessio Inturri, che prima ancora di essere mandata in onda ha già tenuto banco sui mezzi di informazione per via della scena di nudo integrale che, pare, alla fine sia stata censurata, ha di sicuro il  merito di riportare alla ribalta e quindi alla conoscenza del grande pubblico, un attore-ballerino-cantante-personaggio  che appartiene di diritto alla storia del Cinema, di cui è stato un esponente ricco di talento e del quale ha rappresentato il primo vero sex-symbol maschile.

 A questo proposito, l’inevitabile confronto tra due attori e sex-symbol, uno di oggi, l’altro di un passato neppure tanto lontano, non farà che incrementare l’interesse della gente intorno allo sceneggiato.

Per saperne di più su Rodolfo Valentino e sul cast d’eccezione della fiction-tv, vi rimando all’articolo http://www.pilloledistoria.it/1628/cinema-tv/gabriel-garko-rodolfo-valentino.  (Foto: nanopress.televisione.it)