Preparazione di un arrosto nel Medioevo

Preparazione di un arrosto nel Medioevo

La particolarità di questa ricetta di cucina medievale tratta da un testo del 1300 è il vino speziato, che conferisce alla pietanza di carne, che ne è la base, un aroma e un sapore caratteristici.

Questo arrosto di maiale profumato e gustoso, era una delle tipiche portate dei luculliani pranzi di Natale nell’Inghilterra del tardo Medioevo, ma nulla vieta, ovviamente, di cucinarla anche oggi nelle circostanze che si preferiscono.

Occorrono: 1,8 Kg, di lombo di maiale con osso, 1 cucchiaio e mezzo di coriandolo, 1 cucchiaio di semi di cumino ridotti in polvere non troppo fine, 1 spicchio d’aglio tritato, mezzo cucchiaio di pepe nero macinato, 1 cucchiaio di sale, 175 ml di vino rosso e 225 ml di brodo di pollo.

Ed ecco il procedimento da seguire.

Per prima cosa togliete la pelle dal maiale e punzecchiate il grasso, dopodiché, dopo aver mescolato spezie, aglio e vino, spennellate il maiale con il liquido aromatico ottenuto.

Mettete il lombo su un doppio foglio di carta da forno (o di alluminio), aggiungete un pizzico di sale e avvolgete la carne con il foglio stesso, lasciando soltanto una piccola apertura in cima, dove verserete il vino rimasto prima di chiudere bene anche quest’ultima.

Mettete in forno e lasciate cuocere per dieci minuti a 220°, poi abbassate la temperatura a 180° e lasciate cuocere ancora per un’ora e mezza.

Nell’ultima mezz’ora ricordatevi di riaprire la fessura per far scurire la carne e magari alzate di nuovo, ma di poco, la temperatura.

A cottura ultimata togliete la carne dall’involucro di carta e mettete il sugo in una salsiera mescolandolo al brodo di pollo caldo.

A parte il metodo “al cartoccio“, che va a sostituire quello originario delle vesciche, ingredienti e procedimento sono gli stessi dell’antica ricetta (Foto da: counsellingnutrizionale.org).