"Se Garibaldi avesse perso" di Pasquale Chessa

“Se Garibaldi tinha perdido” di Pasquale Chessa

Anche se sappiamo che la Storia non si fa né con i “se” né con i “ma”, ninguém nos impede de imaginar fatos, eventi e personaggi “come avrebbero potuto essere e non è stato”.

Neste interessante e nem sempre é fácil, mas divertido, exercício intelectual, si cimenta Pasquale Chessa nel libro “Se Garibaldi avesse perso(Marsilio, 160 páginas, euro 12); cosa sarebbe accaduto se l’Eroe dei due mondi si fosse fermato a Marsala, é Franceschiello avesse vinto e tenuto ben stretto il trono napoletano, é Vittorio Emanuele II avesse fatto la scelta di espandersi in Francia, anziché conquistare la Penisola?

Come si sarebbero evoluti gli avvenimenti, che Italia ne sarebbe venuta fuori e che Italia avremmo oggi?

A queste e ad altre domande si propone di fornire ipotetiche risposte questo testo interessante e piacevole, da consigliare a tutti gli appassionati di Storia, quella italiana in particolare.

I risultati infatti, sono spesso sorprendenti e suggestivi.

Da non perdere (foto da: sullanotizie.com).