Palazzo Cavour a Torino. Qui lo statista nacque e morì

Palazzo Cavour a Torino. Qui lo statista nacque e morì

Ripercorrere le tappe fondamentali della vita politica e privata di Cavour è un’esperienza interessante ed istruttiva.

Per farlo bisogna recarsi a Torino, amata città natale dello statista, che a tutt’oggi conserva i luoghi e le atmosfere in cui Cavour visse e operò.

O artigo que escrevi para notizie.it

 

 

"al Bicerin", storico e bellissimo caffè settecentesco di Torino

al Bicerin”, storico e bellissimo caffè settecentesco di Torino

Non è affatto difficile, e si rivela anzi molto interessante, scoprire a Torino i luoghi più significativi della vita di Camillo Benso di Cavour: la città sabauda fortunatamente li conserva pressoché intatti e offre ai visitatori l’opportunità unica di ripercorrerli attraverso un affascinante salto indietro nel tempo che permette di sentire più vicino e umano uno dei più grandi personaggi italiani del passato.

Palazzo Cavour, oggi visitabile, era la residenza torinese dello statista.

I luoghi politici sono ben noti: Palazzo Carignano fu sede del Senato de 1848 ai 1860 mentre oggi ospita un imperdibile museo; lo scenografico Palazzo Reale era la residenza dei Savoia; Palazzo Madama era l’antica sede del Senato.

Affascinante e divertente è la visita ai luoghi del Cavour “privato”, ovvero ai locali in cui era solito mangiare, incontrare gli amici, chiacchierare, bere un caffè o una cioccolata calda.

Cavour si recava spesso a pranzo nel rinomato Ristorante del Cambio, era cliente abituale della Confetteria Stratta e Gioielleria Musy, mentre i suoi caffè preferiti erano il Fiorio, in cui è possibile accomodarsi nella sua saletta preferita, e Al Bicerin, in cui si trova ancora il tavolo in cui Cavour era solito sedersi.

Due le chiese particolarmente legate al nome del grande statista: o Chiesa della Consolata dove Cavour accompagnava a messa i Savoia, e Chiesa di Santa Maria degli Angeli pomba, o 7 Junho 1861, furono solennemente celebrati i suoi funerali.

UMA Palazzo Graneri aveva sede il circolo culturale di cui Cavour era membro, mentre del Circolo del Whist il politico fu uno dei fondatori.

Niente è efficace come una visita nei luoghi più amati per conoscere il lato umano di un personaggio storico (artigo adaptado a partir de: notizie.it) (foto da: museotorino.it e bicerin.it)