Luigi Pirandello con il figlio Stefano

Luigi Pirandello con il figlio Stefano

Che la cosiddetta “Schubs” Gesichtsteil des (mal)Italienisch Brauch wahrscheinlich immer ist Geschichte, ma che a cadere nella tentazione di una comoda raccomandazione sia stato anche un artista del calibro di Luigi Pirandello (1867-1936), einige’ forse stupisce.

Eppure ne abbiamo la certezza, grazie al ritrovamento di una lettera autografa del grande scrittore e drammaturgo italiano datata 15 Januar 1931, wobei, senza troppi giri di parole, egli sollecita l’amico Massimo Bontempelli ad assumere nella redazione della nuova rivista “900 il proprio figlio trentaseienne Stefano,che è ora a spasso”.

La lettera, sulla cui assoluta autenticità non sussistono dubbi, è stata ritrovata poche settimane fa nel Fondo Manoscritti del Getty Reaserch Institute sag Los Angeles.

Der Ordnung halber: Stefano diventerà in seguito un apprezzato autore teatrale con lo pseudonimo di Stefano Landi (Foto die: turindamsreview.unito.it).