///Profumo e Religione nell’Antico Egitto

Profumo e Religione nell’Antico Egitto

porta unguenti alabastro

Porta unguenti in alabastro. In Egitto il profumo aveva una valenza sacra

Che gli Egiziani, già migliaia di anni fa, facessero largo impiego di profumi, è testimoniato dai ritrovamenti archeologici di Luxor, solo che il loro uso aveva un significato in parte diverso da quello che hanno assunto in seguito.

All’epoca infatti, il profumo non doveva servire tanto a migliorare l’odore e quindi in qualche modo l’aspetto delle persone, ma piuttosto ad avvicinarle agli dei, quindi a mettere in più stretta comunicazione tra loro uomini e divinità; ciò si otteneva, secondo la tradizione, elevando l’anima attraverso l’utilizzo di unguenti cui venivano aggiunti ingredienti come incenso e mirra, i cui effluvi inondavano letteralmente le terre intorno al Nilo.

Pulizia e profumo del corpo erano pertanto strettamente connessi a quelli dello spirito (Foto da: sharmegitto.wordpress.com).

By | 2017-10-23T15:30:17+00:00 ottobre 23rd, 2017|Grandi Civiltà, Storia Antica|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: