///Mercato e Botteghe nel Medioevo

Mercato e Botteghe nel Medioevo

mercato

Un mercato di tanti secoli fa

Durante il Medioevo il mercato era un luogo di acquisti, ma anche di incontri e di socializzazione, poiché vi si ritrovavano persone appartenenti a tutti gli strati sociali.

Ricchi e poveri, uomini e donne, giovani e anziani, tutti in cerca di buoni affari, rendevano i mercati medievali posti affollati e vivaci pieni di umanità e gioia di vivere.

Al mercato si vendeva e si comprava di tutto, dal cibo ai vestiti, dagli animali alle stoffe, dalle pelli agli utensili per la casa, ma le botteghe erano molto diverse dai negozi odierni: in linea di massima esse erano costituite da piccolissime e precarie strutture in legno e in stoffa affiancate le une alle altre lungo le strade cittadine.

Le botteghe in muratura erano molto poche e quasi sempre situate al pianterreno delle abitazioni private; al posto delle porte c’erano delle semplici tende, mentre al posto delle vetrine si usavano dei grandi sportelli in legno che venivano alzati di giorno al momento dell’apertura e poi riabbassati alla chiusura.

Possiamo conoscere molto dei mercati e delle botteghe medievali anche grazie ai numerosi affreschi dell’epoca giunti fino a noi, una fonte preziosa ed ineguagliabile di indicazioni ed informazioni storiche su usi e costumi del passato (Foto da: focus.it).

 

 

By |2017-04-30T23:39:01+00:00aprile 30th, 2017|Medioevo, Società Costumi Vita Quotidiana|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: