Apicio: come Profumare il Garum

Il pesce era l'elemento di base per la preparazione del "garum". Apicio spiegava anche come renderlo più profumato

Il pesce era l’elemento di base per la preparazione del “garum”. Apicio spiegava anche come renderlo più profumato

Il Garum (o Liquamen), come è noto, era la salsa preferita dagli antichi romani, che la mettevano un po’ dappertutto (http://www.pilloledistoria.it/1787/storia-antica/garum-liquamen-salsa-preferita-dai-romani).

Anche se il sapore non doveva essere male dato il largo utilizzo che se ne faceva, derivando dalla macerazione e dalla successiva salagione di alcuni tipi di pesce, il profumo del garum non poteva essere dei migliori, tanto è vero che viene descritto come fortemente acre e pungente.

Apicio però, il grande cuoco vissuto nel I secolo d.C., non mancò di fornire preziosi suggerimenti in merito.

Anche il garum poteva diventare meno puzzolente, bastava adottare qualche piccola strategia.

A tal proposito lo chef suggeriva di svuotare il vaso in cui la salsa di pesce era contenuta, affumicarlo con cipresso e alloro e infine rimettervi dentro la salsa.

Se invece si desiderava aumentarne la dolcezza e togliere qualche grado di acidità, si poteva aggiungere un po’ di miele, altro alimento onnipresente nella cucina dell’Antica Roma (Foto da: ricette.com).

 

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: