///Il Musicista Vincenzo Bellini fu Avvelenato per Gelosia?

Il Musicista Vincenzo Bellini fu Avvelenato per Gelosia?

Vincenzo Bellini

Vincenzo Bellini

La prematura scomparsa del celebre compositore italiano Vincenzo Bellini, avvenuta il 23 Settembre 1835, fu imputata ad una infezione intestinale non meglio specificata, ma fin da subito iniziarono a serpeggiare, più o meno velatamente, voci di un suo possibile avvelenamento.

Ma chi avrebbe potuto desiderare la morte del giovane musicista?

E perché?

Gelosia artistica o amorosa?

In effetti all’epoca Bellini era all’apice della carriera, osannato da pubblico e critica, la rappresentazione di ogni sua opera si risolveva in un trionfo, ma può essere stata questa la causa di un rancore talmente forte da volerne la morte?

Fatto sta che proprio nel corso del 1835, ad appena 33 anni, l’artista iniziò ad accusare uno strano ed indefinibile malessere intestinale che lo convinse a prendersi una pausa dai suoi impegni e a concedersi un periodo di riposo nella speranza di ristabilire una buona condizione di salute.

Si trasferì allora in Francia, vicino Parigi, a casa dell’amico Samuele Lewis, dove poco dopo tuttavia, in seguito ad un forte attacco di convulsioni, l’uomo morì.

Al momento del decesso era presente solo il giardiniere, che quindi fu anche l’unico testimone dell’evento, in quanto i coniugi Lewis erano usciti.

La gente iniziò a mormorare, neanche troppo sommessamente, che Bellini fosse stato avvelenato dall’amico, geloso della relazione che qualcuno diceva si fosse instaurata tra sua moglie e il giovane talento siciliano (Foto da: operalibera.net).

 

 

 

 

 

 

By |2016-11-16T11:33:25+00:00novembre 9th, 2016|Eventi Politica Personaggi, Storia Contemporanea|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: