/, Eventi Politica Personaggi, Roma, Storia Antica/Dal Cibo al Cavallo: Alcune Follie di Caligola

Dal Cibo al Cavallo: Alcune Follie di Caligola

Caligola. Le follie attribuitegli dalle fonti non si contano

Caligola. Le follie attribuitegli dalle fonti non si contano

Le follie attribuite a Caligola, in pratica, non si contano.

Affetto da delirio di onnipotenza e crudele fino all’inverosimile (http://www.pilloledistoria.it/8850/storia-antica/follie-caligola-un-aneddoto-raccapricciante), questo imperatore romano, giudicato fra i peggiori in assoluto tra tutti quelli che governarono la Città Eterna, si distinse per manie e atti al limite dell’incredibile.

Caligola si considerava superiore ai comuni mortali, al punto da arrivare ad adirarsi con gli dei quando, a suo dire, gli mancavano di rispetto e a nutrirsi con cibi altamente bizzarri come perle sciolte nell’aceto e pietanze spolverate con oro.

Molto si è detto e scritto riguardo al rapporto che ebbe con il cavallo Incitatus: anche se probabilmente la sua nomina a senatore in segno di spregio verso i veri senatori romani è solo una leggenda, è tuttavia accertato che lo considerava davvero il suo migliore amico e che, anche per questo, lo faceva dormire nel suo letto e pretendeva venisse servito a tavola con piatti d’oro (Foto da: ilfaroonline.it)

About the Author:

4 Comments

  1. Leonardo dicembre 19, 2016 al 5:47 pm - Rispondi

    Strani Imperatori durante l’impero romano. Un articolo interessante del blog emergente 2Rome. http://www.2rome.it/blog/despoti-tiranni-roma/

    • Maria Paola Macioci dicembre 19, 2016 al 5:54 pm - Rispondi

      Grazie per la segnalazione!

  2. Giuseppe Spezzaferro gennaio 17, 2017 al 9:54 am - Rispondi

    …fateci caso: gli imperatori romani hanno terribili vizi, incendiano città, uccidono figli fratelli cugini mogli madri… soffrono di perversioni sessuali eccetera ecceterone.. a parte la naturale propensione della plebe a dire peste e corna del potente, nel caso degli imperatori di Roma c’è di più: c’è il Senato che teme di perdere potere, guarda caso i biografi degli imperatori appartengono alla classe senatoriale, e c’è la Chiesa di Roma che nel corso del tempo ha diffuso notizie del tipo di quelle che s’inventavano i giacobini a Parigi (esempio: il popolo non ha pane? mangi brioches)… gli uomini e le donne che hanno dominato la storia sono criminali pazzi crudeli … le eccezioni che pure ci sono se esaminate una per una rivelano la prevalenza di gossip positivi…

    • Maria Paola Macioci gennaio 17, 2017 al 5:29 pm - Rispondi

      Quello che lei afferma è verissimo, basti pensare al “caso” Maria Antonietta, sulla quale fu inventato un cumulo di fandonie da fare invidia ad uno scrittore fantasy (inventata pure la frase delle brioches ovviamente). Verissimo anche ciò che ha scritto del Senato romano, per quanto riguarda la Chiesa non so a cosa si riferisce di preciso e cmq anche il discorso inverso è ugualmente valido (quante ne hanno inventate sulla Chiesa, i preti, i frati, le suore, l’Inquisizione ecc ecc?). Ma pure ammettendo le tante, diciamo pure troppe invenzioni, qualche certezza c’è, qualche fonte e documento di attendibilità dimostrata c’è.
      E il gossip non c’entra nulla, si tratta piuttosto della solita, atavica, spasmodica voglia di potere per la quale tanti potenti, per l’appunto, si sono macchiati di azioni infami. Che purtroppo non sono state tutte inventate

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: