///Gru, Rondini, Cicogne, Cigni…Strane Pietanze nella Cucina Medievale

Gru, Rondini, Cicogne, Cigni…Strane Pietanze nella Cucina Medievale

Banchetto medievale. All'epoca i volatili, tra cui la gru, erano considerati cibi prelibati

Banchetto medievale. All’epoca i volatili, tra cui la gru, erano considerati cibi prelibati

Alcune pietanze considerate prelibate nei secoli passati, farebbero oggi accapponare la pelle, basti pensare alla carne di ghiro (http://www.pilloledistoria.it/6340/storia-antica/cucina-dellantica-roma-carne-ghiro) e al garum (http://www.pilloledistoria.it/1787/storia-antica/garum-liquamen-salsa-preferita-dai-romani) degli antichi romani.

Bisogna ammettere tuttavia, che anche nel Medioevo i gusti a tavola erano, se considerati col metro di oggi, piuttosto bizzarri: nel ‘300, tanto per fare un esempio, andavano “di moda” le carni di gru, rondine, cigno e cicogna.

All’epoca i volatili, oltre ad essere considerati una delizia per il palato, assumevano anche un significato metaforico importante: stando “in alto”, essi simboleggiavano le più elevate posizioni nella scala sociale.

Non a caso i volatili, tra l’altro molto costosi, comparivano solo sulle tavole dei più abbienti, mentre negli strati più bassi della popolazione il loro sapore restava del tutto sconosciuto (Foto da: ontanomagico.altervista.org).

By | 2016-03-18T00:09:04+00:00 marzo 18th, 2016|Medioevo, Società Costumi Vita Quotidiana|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: