///I Pasti (Poveri) dei Parigini prima della Rivoluzione

I Pasti (Poveri) dei Parigini prima della Rivoluzione

Una taverna del '700

Una taverna del ‘700

Prima dello scoppio della Rivoluzione Francese, il pasto giornaliero, per i parigini, era tutt’altro che scontato.

La maggior parte della gente, visto lo stato di povertà in cui viveva la popolazione, doveva accontentarsi, quando ne aveva la disponibilità, di un’alimentazione essenziale e fin troppo semplice.

Pane e brodo erano i cibi di base, a volte sostituiti da una tisana; l’acqua si acquistava a poco prezzo presso le fontane cittadine.

Le tisane venivano consumate quasi esclusivamente da donne e malati, ma accuratamente evitate dagli uomini, assidui frequentatori di caffè e soprattutto taverne, dove si concedevano vari bicchierini di acquavite, rosolio e liquori.

Quando si camminava per strada, era facile imbattersi in un venditore di cialde, apprezzatissime dai bambini (Foto da: unarosadoro.com).

By |2016-01-27T23:26:07+00:00gennaio 27th, 2016|Società Costumi Vita quotidiana, Storia Moderna|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: