///Storia della Cucina: Origini del Pesto “alla Genovese”

Storia della Cucina: Origini del Pesto “alla Genovese”

Pesto "alla genovese" in un antico mortaio

Pesto “alla genovese” in un antico mortaio

Oggi è uno dei condimenti più apprezzati della cucina italiana, ma il pesto “alla genovese“, una salsa a base di basilico utilizzata soprattutto per accompagnare la pasta, ha origini piuttosto oscure, alle quali è difficile risalire con certezza.

Probabilmente il pesto nacque in ambiente “marinaro“, derivando dal desiderio più che comprensibile dei marinai genovesi e liguri in genere, di mangiare ogni tanto qualcosa di fresco e profumato oltre ai soliti alimenti mal conservati, eccessivamente salati e spesso stantivi, che costituivano la loro abituale e non troppo appetibile dieta.

Cosa poteva esserci di meglio delle erbette, oltretutto facili ed economiche da coltivare al sole dei balconi di casa?

La prima ricetta conosciuta di pesto come noi lo intendiamo risale al 1863, ma l’uso del mortaio per “pestare” ingredienti, da cui il nome del preparato stesso, è ben più antico, ovvero rinascimentale, epoca in cui esistevano vari tipi di pesto, preparati con erbe di volta in volta diverse (Foto da: damgas.altervista.org).

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: