/, Eventi Politica Personaggi, Società Costumi Vita quotidiana, Storia Moderna/Natale a Versailles in un Aneddoto Narrato da Madame Campan

Natale a Versailles in un Aneddoto Narrato da Madame Campan

Vita quotidiana a Versailles. Madame Campan, nelle sue "Memorie" ci fornisce, tra gli altri, alcuni aneddoti sul Natale a corte

Vita quotidiana a Versailles. Madame Campan, nelle sue “Memorie” ci fornisce, tra gli altri, alcuni aneddoti sul Natale a corte

Anche se possiamo essere certi dell’importanza attribuita al Natale nella cattolicissima corte francese, le fonti su come la ricorrenza venisse attesa e festeggiata all’interno della reggia di Versailles scarseggiano in numero e in particolari, pertanto siamo costretti a far tesoro dei pochi aneddoti a noi giunti per ricostruirne atmosfera ed usanze.

In proposito si rivela assai prezioso il testo Mémoires sur la vie privée de Marie Antoinette, suivis de souvenirs et anecdotes historiques sur les règnes de Louis XIV-XV, scritto da Jeanne Louise Henriette Campan, o semplicemente Madame Campan, come è di sicuro più conosciuta, prima cameriera di stanza di Maria Antonietta, un saggio che rappresenta una insostituibile miniera di informazioni sulla Francia pre-rivoluzionaria, e soprattutto, sulla vita privata e quotidiana di sovrani e cortigiani.

L’aneddoto seguente, tratto dal suddetto libro, dimostra come il Natale dovesse essere, almeno per Maria Antonietta, un momento particolarmente formativo ed educativo per i suoi figli ancora piccoli, invitati a mostrarsi magnanimi e generosi nei confronti dei coetanei meno fortunati:

…Volendo dare ai suoi figli una lezione di beneficenza (la Regina) mi ordinò di far portare da Parigi, come gli altri anni, la vigilia di Capodanno, tutti i giochi alla moda e di farli esporre nel suo gabinetto. Prendendo poi i suoi figli per mano, ha fatto vedere loro tutte le bambole, tutti i meccanismi che erano in mostra e disse loro che aveva l’intenzione di far loro dei bei regali, ma che il freddo rendeva i poveri così sfortunati che tutto il suo denaro era stato impiegato per coperte, masserizie per la stagione e per dare loro del pane, così quest’anno non avrebbero avuto il piacere di vedere tutte queste novità….”  (Foto da: gutenberg.org).

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: