Testa femminile trovata fra i resti del santuario gallo-romano a Pont-Sainte-Maxence (Francia)

Testa femminile trovata fra i resti del santuario gallo-romano a Pont-Sainte-Maxence (Francia)

Gli operai che nella città di Pont-Sainte-Maxence, in Francia, lavoravano alla costruzione di un centro commerciale, si sono trovati di fronte ad una bellissima e del tutto inattesa sorpresa: il sottosuolo del luogo interessato, ha restituito i poderosi resti di un santuario gallo-romano unico per caratteristiche nell’intera Gallia romana.

Si tratta di un complesso architettonico di straordinario valore storico e artistico risalente alla seconda metà del II secolo d.C., di cui sono state rinvenute parti della cella del tempio  e della monumentale facciata, un capolavoro che in origine era adornato da statue di divinità romane e da fregi raffiguranti episodi narrati nell’Odissea omerica.

I primi rilevamenti da parte degli esperti hanno accertato che la facciata crollò poco dopo la sua costruzione, quasi certamente a causa della natura sabbiosa del terreno (Foto da: ilgiornaledell’arte.com).