///Quando fu Introdotto il Confessionale nelle Chiese Cattoliche?

Quando fu Introdotto il Confessionale nelle Chiese Cattoliche?

Un confessionale

Un confessionale

Il confessionale, come è noto, è quella tipica nicchia, di solito in legno, nella quale i sacerdoti raccolgono le confessioni dei fedeli all’interno delle chiese cattoliche.

A differenza di quanto si potrebbe pensare, l’introduzione del confessionale nelle chiese è relativamente recente: fu San Carlo Borromeo (1538-1584), in pieno XVI secolo, a chiederne l’utilizzo e a promuoverne la diffusione in tutta la diocesi di Milano.

Non solo: nel testo Istruzioni sull’Edilizia e la Suppellettile Ecclesiastica (1577), Borromeo ne stabilì anche l’aspetto, quello di una nicchia separata in due parti distinte, una per il sacerdote e una per il penitente, delimitata da uno sportello, come a tutt’oggi si presenta.

Antecedentemente all’inserimento del confessionale nei luoghi di culto, le confessioni si tenevano nelle case o nelle canoniche (Foto da: mondodelbelli.blogspot.it).

By |2016-01-26T09:31:29+00:00settembre 17th, 2014|Società Costumi Vita quotidiana, Storia Moderna|1 Commento

About the Author:

Un commento

  1. Anonimo dicembre 23, 2014 al 4:39 am - Rispondi

    You can definitely see your enthusiasm in the article you write.
    The arena hopes for even more passionate writers like you who are not afraid to mention how they believe.
    At all times follow your heart.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: