Marilyn, i Kennedy, le Orge e la Mafia

Marlyn Monroe e i fratelli John e Bob Kennedy

Marlyn Monroe e i fratelli John e Bob Kennedy

Cosa c’entrano i fratelli John e Bob Kennedy con la prematura scomparsa di Marilyn Monroe?

Forse niente, o forse ne furono persino responsabili.

Questo articolo lo scrissi qualche anno fa per notizie.it in occasione del ritrovamento di uno scottante dossier dell’Fbi risalente al 1965, riguardante le discutibili abitudini della diva, dei due politici e di altri noti personaggi del jet-set internazionale dell’epoca.

Gli interrogativi sull’improvvisa morte dell’attrice (http://www.pilloledistoria.it/4656/storia-contemporanea/52-anni-fa-moriva-marilyn-monroe-mistero-continua), a distanza di decenni dall’evento, restano aperti, così come non accennano a chiarirsi le ombre che avvolgono vita privata e pubblica del potente clan dei Kennedy.

 

 

 

 

Marilyn Monroe

Marilyn Monroe

Sulla natura dei rapporti che legarono Marilyn Monroe, attrice e modella americana divenuta, nel bene e nel male, un simbolo del XX secolo, e il clan dei Kennedy, in particolare nelle controverse figure di John, trentacinquesimo presidente degli Stati Uniti ucciso a Dallas nel 1963, e suo fratello Bob, anch’egli eliminato poco tempo dopo, sono stati versati fiumi di inchiostro; sembra certo che la diva, di carattere fragile ed emotivamente instabile, abbia avuto una relazione sentimentale con entrambi, che a loro volta non riuscirono mai a dissipare completamente i dubbi di un loro possibile coinvolgimento nella prematura e misteriosa scomparsa della donna, avvenuta il 5 Agosto del 1962, a soli 36 anni d’età.

Un dossier dell’FBI trovato recentemente, ha gettato nuove ombre sulla vita privata dei Kennedy, in verità mai limpida, e sulle loro conoscenze più strette; nel documento è riportato chiaramente che John, Bob e Ted Kennedy erano soliti partecipare a festini a luci rosse che si tenevano nella stanza di un hotel newyorkese, in compagnia, quasi sempre, della Monroe, Frank Sinatra, Sammy Davis Jr, l’attore Peter Lawford e sua moglie, ovvero Patricia Kennedy.

Ma non finisce qui.

Nel dossier, risalente al 1965, si fa menzione anche della mafia, più volte accostata al nome dei Kennedy, e di un suo piano per vendicarsi di John e Bob usando la loro nota debolezza per il sesso e ricattarli; per arrivare allo scopo, i malavitosi si sarebbero serviti di alcune donne compiacenti vicine a Sinatra, il cui ruolo, in effetti, non ne esce in modo troppo chiaro.

Lungi dal far luce su un periodo tra i più oscuri della Storia recente, il dossier finisce invece per infittirne il mistero; accertato il rapporto intimo e forse morboso tra la giovane attrice ed entrambi i fratelli Kennedy, essi furono responsabili della sua morte? La Monroe era divenuta troppo pericolosa, magari anche a causa delle sempre più frequenti crisi di nervi di cui soffriva? E il ruolo di Frank Sinatra, attore e cantante all’epoca già affermato, quale fu veramente?

Presupponendo che John e Bob Kennedy abbiano realmente voluto sbarazzarsi della Monroe in quanto testimone scomoda o possibile ricattatrice, quanto dovevano essere gravi e compromettenti gli scheletri nascosti nell’armadio dei due promettenti politici per condurli a una decisione tanto disumana? (Articolo tratto da: notizie.it) (Foto da: ticinolive.ch e orologidiclasse.com).

 

 

 

 

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: