/, Eventi Politica Personaggi, Storia Contemporanea/Giuseppe Garibaldi e l’Amore per gli Animali. La sua Cavalla Bianca

Giuseppe Garibaldi e l’Amore per gli Animali. La sua Cavalla Bianca

Garibaldi e Marsala

Garibaldi e Marsala

Non è forse tra gli aspetti più noti della sua vita e della sua personalità, ma Giuseppe Garibaldi fu un grande amante degli animali e non solo a parole.

Pochi sanno che tra i suoi molti meriti, ci fu anche quello di aver fondato nel 1871 a Torino, su proposta della contessa inglese Anne Winter, la Società Reale per la protezione degli animali“, poi trasformata in Enpa (Ente Nazionale Protezione Animali), iniziativa con la quale l'”eroe dei due mondi” volle manifestare concretamente la propria affezione nei confronti degli amici  “a quattro zampe”.

Anche per questo Garibaldi nutrì sempre un grande amore per la sua bellissima cavalla bianca (in realtà piuttosto sul grigio chiaro), chiamata Marsala in onore del marchese Sebastiano Giacalone Angileri, che gliela regalò al momento dello sbarco nella cittadina siciliana e che lo accompagnò fedelmente durante le tumultuose spedizioni militari nell’isola prima di essere mandata a Caprera, in Sardegna, dove morì.

A tutt’oggi la sua tomba, con tanto di lapide, si trova accanto a quella dell’adorato padrone (Foto da: webalice.it).

 

About the Author:

6 Comments

  1. Laila Cresta settembre 7, 2017 al 11:06 am - Rispondi

    Mi piacerebbe che su G+ ci fosse un link a questo bell’articolo, su un argomento che pochi conoscono. Lo fai tu?

    • Maria Paola Macioci settembre 7, 2017 al 8:53 pm - Rispondi

      Ciao, passo tutti i miei articoli su Google + 😉

  2. Laila Cresta settembre 13, 2017 al 10:34 am - Rispondi

    A proposito di Garibaldi… Ci sono sempre stati “pettegolezzi” sul suo essere o no in quel masso di granito che è la sua tomba. A me un guardiano disse che nel masso era stata scavata solo una copella per le ceneri e a Caprera c’è il sito della cremazione. Però questo è stato negato per anni. Su iniziativa delle nipoti è stata aperta la tomba per verificare… ma non è trapelato niente. Ho persino scritto a Caprera! Eppure, oggi la cremazione è permessa anche ai cattolici, anche se all’epoca di Garibaldi era comune solo fra massoni e socialisti…

    • Maria Paola Macioci settembre 19, 2017 al 5:07 pm - Rispondi

      Quando sono stata a Caprera ed ho visto la tomba, mi è stato detto che lì c’è proprio il corpo di Garibaldi. Farò una ricerca in merito e vediamo cosa viene fuori

      • Laila Cresta settembre 19, 2017 al 5:48 pm - Rispondi

        Certo però che scavare, e a scalpello, un masso tanto da metterci una bara… Che abbiano scavato solo una copella me lo ha detto il guardiano che c’era negli anni ’60. Del resto, Garibaldi era socialista e massone, niente di strano che si sia fatto cremare. Forse han detto bugie per tanto tempo che non sanno più come fare, anche se adesso la cremazione è accettata anche dalla Chiesa. So che le nipoti, recentemente, hanno preteso che la bara fosse aperta, ma non sono più riuscita a sapere niente, neppure scrivendo a Caprera ai responsabili del sito.
        Ciao, cara

        • Maria Paola Macioci settembre 20, 2017 al 2:05 am - Rispondi

          Non saprei, ma perché no? A Caprera ho comprato un libro specifico sulla casa in cui Garibaldi alloggiò e lì è scritto che quella tomba se la scelse, era lì pronta ad aspettarlo da tempo…devo ritrovare il testo e magari scrivere qualche post in proposito

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: