////Igiene e Bellezza nell’Antica Roma: Oli, Unguenti e Profumi per il Corpo

Igiene e Bellezza nell’Antica Roma: Oli, Unguenti e Profumi per il Corpo

Venere con "bikini" dorato

Venere con “bikini” dorato

Gli antichi romani, sia uomini che donne, tenevano molto all’igiene personale e alla cura del corpo, più di quanto non facessero altre antiche popolazioni a loro coeve o anche più tarde.

Se in epoca più remota ci si lavava interamente una volta a settimana e parzialmente tutti giorni, con la creazione delle terme e dei bagni le abluzioni quotidiane divennero la norma.

Per pulirsi si usavano la soda, la liscivia e la pietra pomice, tutte materie naturalmente abrasive, che se adoperate con troppo vigore rischiavano di rovinare irreparabilmente la pelle; per evitare che ciò accadesse, le signore romane, soprattutto quelle di rango elevato, usavano cospargersi interamente il corpo con oli ed unguenti profumati che lasciavano la pelle liscia e morbida.

I romani avevano una vera e propria passione per i profumi, che usavano dapperttutto: corpo, capelli e abiti ne venivano letteralmente inondati.

A volte si riservava lo stesso trattamento anche agli ambienti; durante i banchetti, uno schiavo era solito versare del profumo sui piedi dei commensali, sulle pareti e perfino sulle ali di colombe che venivano poi liberate in volo (Foto da: culturanotizie.it).

 

 

 

By |2014-05-18T00:33:19+00:00maggio 18th, 2014|Roma, Società Costumi Vita quotidiana, Storia Antica|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: