///Benito Mussolini: la Salma Trafugata

Benito Mussolini: la Salma Trafugata

[lightbox link=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/Benito-Mussolini-770×462.jpg” thumb=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/Benito-Mussolini-770×462-300×180.jpg” width=”300″ align=”center” title=”Benito Mussolini” frame=”true” icon=”image” caption=”Benito Mussolini”]Dopo l’esecuzione sommaria, la cui reale dinamica resta a tutt’oggi un mistero, e i tragici fatti di Piazzale Loreto, la salma di Benito Mussolini dovette aspettare ancora decenni prima di trovare finalmente pace nella tomba di famiglia a Predappio, dove è attualmente sepolta.

Le “peregrinazioni” del corpo del Duce iniziarono dopo un anno dalla sua morte, quando un gruppo di ex combattenti della Repubblica di Salò capitanato da Domenico Leccisi, decise di trafugarlo dalla fossa anonima del cimitero milanese a cui le autorità lo avevano destinato proprio per timore che potessero verificarsi simili eventi, ma non andò come speravano, evidentemente.

L’impresa fu compiuta nottetempo, nei giorni immediatamente precedenti al primo anniversario dell’uccisione di Mussolini, nel 1946, ma non rimase nascosta a lungo, e non appena se ne ebbe la certezza, la polizia iniziò le indagini volte al ritrovamento della “scomoda” salma, che nel frattempo era stata portata in un luogo segreto e tenuta, pare, all’interno di un baule.

Resisi conto, probabilmente, del rischio che stavano correndo, Leccisi e compagni si rivolsero ai frati Enrico Zucca e Alberto Parini dell’Angelicum di Milano, che tennero il cadavere presso di loro fino a quando non furono scoperti dalla polizia, puntualmente informata dalla fidanzata di un amico di Leccisi.

Padre Parini, dopo i primi tentennamenti, durante l’interrogatorio confessò tutto e gli autori del gesto, di conseguenza, vennero arrestati.

Il corpo di Mussolini invece, che dopo questa non preventivabile avventura aveva persino perso alcune sue parti, finì nel Convento dei Cappuccini di Cerro Maggiore, vicino Legnano, dove venne custodito fino al 1957, anno in cui l’allora Capo del Governo italiano Adone Zoli, ne decise la definitiva restituzione all famiglia, che scelse la sepoltura a Predappio nel pieno rispetto delle volontà del defunto. (Foto da: movieplayer.it ). [lightbox link=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/il-corpo-del-duce-la-cassa-di-legno-con-i-resti-di-benito-mussolini-mostrata-nel-film-224493.jpg” thumb=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/il-corpo-del-duce-la-cassa-di-legno-con-i-resti-di-benito-mussolini-mostrata-nel-film-224493-300×199.jpg” width=”300″ align=”center” title=”Il baule dove fu custodito il cadavere di Benito Mussolini” frame=”true” icon=”image” caption=”Il baule dove fu custodito il cadavere di Benito Mussolini”] 

 

 

By | 2014-04-29T02:05:31+00:00 aprile 29th, 2014|Eventi Politica Personaggi, Storia Contemporanea|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: