///La Cucina di Fine ‘800: Nasce la Simmenthal (con Video)

La Cucina di Fine ‘800: Nasce la Simmenthal (con Video)

[lightbox link=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/0002226_m.jpg” thumb=”http://www.pilloledistoria.it/wp-content/uploads/2014/04/0002226_m-300×185.jpg” width=”300″ align=”center” title=”Una pubblicità della carne Simmenthal degli anni ’50” frame=”true” icon=”image” caption=”Una pubblicità della carne Simmenthal degli anni ’50”]La carne in scatola più famosa di tutte, la mitica Simmenthal, fece la sua prima comparsa nelle cucine degli italiani alla fine dell’800, anticipando una tendenza, quella dei cibi nelle “scatolette”, che avrebbe trovato largo successo ed enorme diffusione nel corso del XX secolo.

Il signor Pietro Sada, un ingegnoso commerciante milanese specializzato nel lesso e deciso ad ampliare la propria clientela attraverso la sperimentazione di nuovi ed efficaci metodi di conservazione, nel 1881 fondò una piccola azienda di carne in scatola; tuttavia la novità non piacque subito agli italiani, probabilmente perché quel pezzetto di carne di manzo bollito e conservato sotto uno strato di gelatina era si pratico, ma anche meno invitante dei succulenti secondi piatti tipici della nostra tradizione gastronomica.

Ma non si doveva fare altro che aspettare, poiché qualche anno più tardi, il trasvolatore svizzero Gondrand compì la traversata delle Alpi in mongolfiera portando con sé una scorta di carne in scatola “della ditta Pietro Sada“, scatenando un interesse immediato e irrefrenabile per questo “cibo del futuro”, che tutti fecero a gara per andare a comprare.

Nel 1923 il figlio di Pietro, Gino Alfonso, fondò la Simmenthal, che ancora oggi continua imperterrita a fare capolino dalle nostre tavole (Foto da vmv.it, video da youtube.it, pubblicità Simmenthal del 1966).  

About the Author:

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: