///Entriamo in una Cucina Italiana di Fine ‘500

Entriamo in una Cucina Italiana di Fine ‘500

"La cucina" di Vincenzo Campi (1508 circa)

“La cucina” di Vincenzo Campi (1508 circa)

La pittura, soprattutto se grande, è capace di esercitare su di noi un’incredibile magia, quella di riportarci indietro nel tempo catapultandoci in un attimo in realtà, ambienti, epoche e situazioni che altrimenti non avremmo la possibilità di conoscere.

Ne è un chiaro esempio “La cucina“, l’opera di Vincenzo Campi che vedete in foto, che ritrae in modo realistico e dettagliato una tipica cucina italiana di fine XVI secolo (1580 circa), dalla quale possiamo apprendere importanti elementi su usi e costumi del periodo raffigurato,  rivivendone in parte atmosfere e sensazioni.

Ciò che immediatamente colpisce già ad una prima, rapida osservazione, è il clima decisamente festoso e vivace della scena in primo piano, occupata da un gran numero di persone ed oggetti, in contrapposizione al fondo, dove sotto un arco, si distende ancora quieta e silenziosa un’altra immagine, costituita da una tavola ordinatamente imbandita in attesa di un banchetto che presto l’animerà.

Si tratta sicuramente di una cucina “alta“, probabilmente appartenente ad un ricco signore dell’epoca, dove si sta preparando un sostanzioso pranzo, forse cerimoniale.

Lo si nota anche dalla ricchezza del cibo che sarà servito in tavola, tanta carne, principalmente pollame ma non solo, e dal numero elevato di persone impegnate, in maggioranza donne, fatto piuttosto raro in un’epoca nella quale il cuoco per eccellenza era di sesso maschile, mentre sulla tavola si prepara una sfoglia che servirà, probabilmente, a fare la pasta ripiena.

Per quanto riguarda la mobilia, possiamo notare una stanza di dimensioni ragguardevoli dove più che l’arredamento scarno ed essenziale di cui spicca al centro un grosso tavolo in legno, colpisce la straordinaria quantità di utensili e suppellettili da cucina, costituiti da piatti, pentole, mestoli, coltelli e ciotole di vari materiali e misure.

Non si può non far caso infine alla presenza del gatto e del cane che si contendono qualche frattaglia, una scena che difficilmente vedremmo in una cucina di oggi. (Foto da: settemuse.it)

 

 

 

By |2014-04-18T23:20:05+00:00Aprile 18th, 2014|Società Costumi Vita quotidiana, Storia Moderna|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: