Una Crema per le Mani del ‘700

Ritratto di dama del '700, forse la Contessa de Courcelles, Nicolas de Longilliere, 1714 (da pescaralovefashion.com)

Ritratto di dama del ‘700, forse la Contessa de Courcelles, Nicolas de Longilliere, 1714 (da pescaralovefashion.com)

Le dame francesi del ‘700, soprattutto quelle che avevano l’onore di frequentare la reggia di Versailles, curavano molto l’aspetto esteriore, sia la bellezza del viso e del corpo che l’abbigliamento.

Le mani erano, allora come oggi, un biglietto da visita importante: averle sempre lisce, morbide, bianche e giovani era un obbligo per tutte, anche per non sfigurare di fronte ai cavalieri che erano soliti baciarle come gesto di galanteria.

Gli ingredienti naturali e il fai-da-te cosmetico erano all’epoca la norma: le signore alla moda conoscevano una miriade di ricette a base di piante e fiori, che preparavano da sole.

In questo post riporto il passo, estratto da un testo settecentesco dedicato alla bellezza femminile, di un rimedio, una specie di crema, che, a quanto pare, doveva essere piuttosto efficace per proteggere, nutrire ed idratare le delicate mani delle cortigiane:

“Si prendono castagne d’India, si sbucciano e si riducono in polvere. Si impasta la polvere con acqua: la morbidezza delle mani è assicurata”.

Tutto qui. (Foto da: pescaralovefashion.com)

 

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: