///La Morte di Hitler: una Teoria Bizzarra

La Morte di Hitler: una Teoria Bizzarra

Adolf Hitler

Adolf Hitler

La morte di Adolf Hitler, sebbene storicamente ricostruita in maniera puntuale e del tutto attendibile, è uno di quegli episodi su cui si è maggiormente concentrata, fin da subito, la fantasia popolare, dalla quale sono scaturite leggende ai limiti della fantascienza.La versione ufficiale dell’evento, come è noto, vuole il Fuhrer, vistosi ormai perduto, suicida nel bunker della Cancelleria insieme alla moglie Eva Braun, sposata soltanto da qualche ora dopo una relazione di circa 14 anni,  il 30 Aprile del 1945, poco prima dell’arrivo delle truppe vittoriose dell’Armata Rossa; stando a quanto dichiarato da chi ritrovò i corpi, subito fatti bruciare, la causa della morte fu dovuta a cianuro e, probabilmente, almeno per quanto riguardava lui, anche ad un colpo di pistola alla tempia.

Il resoconto dell’evento tuttavia, anche a causa di certe incongruenze mai pienamente spiegate, non convinse tutti e provocò un fiorire di racconti fiabeschi che volevano l’ex dittatore di Germania non solo vivo e vegeto, ma pure in perfetta forma insieme alla compagna e ad alcuni amici di vecchia data.

Una delle teorie più bizzarre in assoluto, fu quella che lo voleva come tranquillo gestore di un bar in Olanda insieme alla Braun e a Bormann, come scritto in una lettera recapitata nel 1948 al Presidente americano Eisenhower.

Subito archiviata come scherzo di dubbio gusto e cestinata?

Tutt’altro: alcuni riferimenti ben circostanziati e determinati particolari affatto incredibili, spinsero gli USA ad indagare sulla vicenda.

 

 

 

 

 

By |2014-04-01T04:03:06+00:00aprile 1st, 2014|Aneddoti e Curiosità, Storia Contemporanea|4 Comments

About the Author:

4 Comments

  1. stefano aprile 2, 2014 al 10:15 pm - Rispondi

    Buonasera gradirei sapere da quanti attentati e riuscito a salvarsi Adolf Hitler e se e vero che tali episodi riflettevano nella suo ego una personalita mistica nel senso di onnipotenza nel segno di Dio

    • Maria Paola Macioci aprile 3, 2014 al 5:18 am - Rispondi

      Ciao. Hitler subì in realtà più attentati, tra cui il più famoso è quello del Luglio del ’44, in cui però rimase solo ferito. Questo attentato fu organizzato da politici e militari tedeschi che, dopo la morte di Hitler, avevano intenzione di stipulare una pace separata con gli alleati per evitare alla Germania la disfatta totale.
      Il fatto di essere riuscito a scampare a più attentati, contribuì in effetti a rendere ancora più precaria la salute mentale del fuhrer, che si fissò ancora di più sull’idea dell’immortalità. Hitler era in realtà un ipocondriaco terrorizzato dalle malattie e dalla paura della morte, tutt’altro che coraggioso 🙂 Cmq sulle tante stranezze di Hitler e sugli attentati scriverò presto altri post. Grazie 🙂

  2. stefano aprile 3, 2014 al 8:22 am - Rispondi

    Grazie della puntuale risposta……attendo con ansia ….altri post..su questo argomento:)

    • Maria Paola Macioci aprile 3, 2014 al 5:05 pm - Rispondi

      Ce ne saranno tanti, promesso 🙂

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: