incendio di Roma

Incendio di Roma del 64 d.C.

L’incendio di Roma del 64 d.C. fu uno degli eventi più tragici della storia della città

I danni furono ingentissimi e il numero delle vittime impressionante.

Sull’avvenimento, nel corso dei secoli, sono stati versati fiumi di inchiostro, ma alcuni aspetti restano a tutt’oggi incerti.

Innanzitutto, fu davvero Nerone a far bruciare l’Urbe?

E perché?

Gli storici Tacito, Svetonio, Cassio Dione e Paolo Orosio accusarono apertamente l’Imperatore, che secondo loro era talmente folle da voler essere ricordato come il nuovo fondatore della città.

Ma può Nerone, pur bizzarro e a tratti psicotico, essere arrivato a tanto?

In realtà sembra improbabile.

Inoltre, sebbene Tacito fosse il più obiettivo, tutti gli autori citati furono ferocemente antineroniani.

Mentre l’incendio di Roma divampava investendo persone e cose, l’Imperatore si trovava ad Anzio, ma tornò immediatamente e cercò di fare il possibile per limitare i danni.

I provvedimenti di Nerone furono efficaci e salvarono il salvabile.

Non si direbbe il comportamento tipico del responsabile di una catastrofe, ma secondo alcuni esso doveva servire proprio ad allontanare i sospetti.

Dal canto suo, Nerone non perse tempo nell’accusare i cristiani, che perseguitò in modo indiscriminato e spietato.

Ma essi erano innocenti o colpevoli?

Secondo qualche storico più azzardato, l’incendio di Roma potrebbe essere stato appiccato da estremisti del nuovo Credo, ma non sembra plausibile.

Dunque, chi fu tanto dissennato da provocare una simile tragedia?

Quasi certamente nessuno.

Attualmente la maggior parte degli studiosi sostiene che l’incendio di Roma del 64 d. C. sia stato del tutto accidentale.

Le cucine delle abitazioni, specie nei quartieri più poveri, erano in legno e prendevano fuoco abbastanza spesso.

In quell’occasione, complice anche il caldo torrido (era il 18 Luglio), la situazione sfuggì di mano e gran parte della città finì in cenere (vedi anchehttp://www.pilloledistoria.it/12153/storia-antica/incendio-di-roma-danni-vittime) (Foto da: mediterraneoantico.it).