/, Medioevo, Società Costumi Vita Quotidiana/VII Sec. d.C.: Cura “Soft” per le Emorroidi

VII Sec. d.C.: Cura “Soft” per le Emorroidi

soft

Trattamento delle emorroidi nell’antichità. Nel VII sec. d.C. il monaco Fiacro propose una cura “soft” rispetto a quelle generalmente in uso

In questo post, che si riferisce al Medioevo, ho scritto di quanto e perché soffrire di emorroidi all’epoca non fosse affatto una passeggiata: http://www.pilloledistoria.it/8681/medioevo/medicina-medievale-cosi-si-curavano-le-emorroidi.

Un brutale “strappo” (nella speranza che il medico fosse abbastanza abile con le mani) o un ferro arroventato, erano all’incirca le uniche possibilità che i pazienti avevano a disposizione per tentare di curarsi e guarire (il che era tutt’altro che scontato, dato che a volte, dolore del momento a parte, non si faceva altro che peggiorare la situazione).

Se il ferro rovente era la tecnica d’elezione proposta già dalla scuola medica di Ippocrate (V sec. a.C.), è pur vero che poco più di mille anni dopo Fiacro, monaco irlandese vissuto nel VII secolo d.C., aveva proposto una soluzione decisamente meno cruenta: sedersi su una pietra calda.

Tuttavia, se e quanto questo metodo soft contro le emorroidi funzionasse, non lo sappiamo (Foto da: curareleemorroidi.it).

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: