Quel Donnaiolo di Carlo Magno

donnaiolo

Il disegno raffigura Carlo Magno con una delle sue mogli più celebri, Ermengarda. Il monarca fu un impenitente donnaiolo

Carlo Magno, re dei Franchi ed abilissimo politico, ebbe una vita privata piuttosto turbolenta e fu, come attestato dalle fonti, un impenitente donnaiolo.

Al cospicuo numero di mogli infatti , ben cinque, Imiltrude, Desiderata, la dolce Ermengarda di manzoniana memoria, Fastrada e Liutgarda, si aggiunse un incredibile stuolo di concubine, il che rende perfettamente idea della focosità del monarca.

Carlo Magno insomma, non sapeva stare senza donne ed ebbe un’infinità di amanti, anche quando le consorti erano incinte ed anche dopo la morte di Liutgarda.

Non stupisce pertanto, che dalle suddette relazioni extraconiugali siano nati numerosi figli, pare almeno una ventina; alcuni di essi morirono prima del padre e lui ne rimase sinceramente addolorato.

Le cronache dell’epoca riferiscono di un legame molto stretto, forse fin troppo, con le sue figlie femmine, adombrando ad un possibile rapporto di tipo incestuoso, ma potrebbe trattarsi di semplici chiacchiere; ciò che è certo invece, è che Carlo Magno pretese dalle ragazze che rimanessero nubili a vita, in modo da non farle allontanare da sé, tollerandone gli amori più o meno duraturi o fugaci, pur di averle sempre vicino (Foto da: televideotelesoftware.rai.it).

About the Author:

Scrivi un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: