1860: i Primi Biscotti per Cani

biscotti per cani

I primi biscotti per cani nacquero nel 1860 e ad inventarli fu l’americano James Spratt

Gli animali accompagnano l’uomo fin dagli albori della civiltà, ma l’abitudine di tenerli in casa come membri della famiglia a tutti gli effetti, si diffuse solo nell’800, in particolare per quanto riguardava cani e gatti.

Circondarsi di amici a quattro zampe divenne, da allora, una “moda di massa” riguardante ogni classe sociale, la borghesia come gli strati più umili della popolazione, un’evidenza che portò alla nascita di prodotti specifici, appositamente creati per la nutrizione ed il benessere dei pet.

Nel 1860 l’ingegnoso imprenditore americano James Spratt creò ed immise sul mercato i primi biscotti per cani, ovvero golosi bocconcini fatti di carne, verdure varie, graniglia e sangue di manzo.

Fu solo l’inizio di un’industria che di lì a poco si sarebbe sviluppata e specializzata per durare con successo, adattandosi a tempi ed esigenze, fino ad oggi (Foto da: pimpmypug.it).

 

By | 2018-02-14T22:01:10+00:00 febbraio 14th, 2018|Società Costumi Vita quotidiana, Storia Contemporanea|0 Commenti

About the Author:

Scrivi un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: